Architettura e caratteristiche del tempio greco

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinyoutubetumblr

Architettura e caratteristiche del tempio greco

Articolo dedicato all’architettura e caratteristiche del tempio greco

Architettura e caratteristiche del tempio greco

I templi Greci erano costruiti in posizione sopraelevata, nella parte alta della città chiamata Acropoli. Il tempio era il simbolo della dimora terrena degli dèi, dove il fedele poteva poteva frequentare liberamente le aree sacre.
A differenza dei templi egizi e mesopotamici quelli greci hanno un’architettura relativamente semplice ed esprimono un ideale di perfezione e di armonia. L’architettura del tempio greco si basa infatti su precise unità di misura e parti costituenti in determinate proporzioni tra di loro.
La varie parti del tempio si inseriscono perfettamente nel paesaggio circostante, permettendo alla natura di essere intravista e alla luce naturale di passare attraverso le colonne.
L’architettura del tempio si basa sul sistema architravato, dove una sequenza di colonne sostiene un architrave, elemento orizzontale portante.
Al centro del tempio troviamo la cella o naos con pianta rettangolare dove era posta la statua della divinità a cui il tempio era dedicato. Quest’area era riservata ai sacerdoti, mentre le cerimonie religiose alle quali potevano partecipare i cittadini si tenevano nello spazio esterno vicino alla facciata principale.
Il porticato di accesso formato da una fila di colonne di fronte alla cella era invece il prònao.
I templi erano generalmente decorati con sculture e colorati a tinte vivaci.
I colori più utilizzati erano il blu, il rosso e il bianco con alcune parti in oro.
In questa maniera le sculture dei frontoni e dei fregi risaltavano con maggiore decisione evitando anche il riverbero del Sole.
Come si può notare dall’immagine la parte superiore del tempio è triangolare. Tra le due facciate brevi si formano il frontone e il timpano, dove venivano poste le sculture. Sopra le colonne troviamo la trabeazione, composta a sua volta dall’architrave, dal fregio e dalla cornice.

Home 

Contatti

 

Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento