Biografia di Ludovico Ariosto

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinyoutubetumblr

Biografia di Ludovico Ariosto

Biografia di Ludovico Ariosto

Ludovico Ariosto nacque a Reggio Emilia l’8 settembre 1474.

Suo padre, Niccolò fu capitano della cittadella di Reggio Emilia per conto di Ercole I d’Este, duca di Ferrara.

Nel 1484 si trasferì insieme alla famiglia a Ferrara, dove compì i primi studi. Tra il 1489 e il 1894 seguì le direttive del padre e si iscrisse ai corsi di diritto all’università di Ferrara, con il proposito di avviarsi alla carriera diplomatica e amministrativa. Nel 1494 abbandonò, con il consenso del padre gli studi giuridici e iniziò ad occuparsi di studi umanistici e letterari sotto la supervisione del maestro Gregorio Elladio da Spoleto, un insegnate di greco e latino. In questi anni Ludovico Ariosto iniziò a comporre poesie in latino e in volgare e ad interessarsi al teatro, inserendosi nella cerchia degli artisti di Ferrara intorno alla corte del duca Ercole I . Nel 1500 la morte del padre segnò un cambiamento sociale di notevole importanza poiché Ludovico si trovò obbligato a prendere in carico il ruolo di capofamiglia. Dal 1501 al 1503 ricoprì il ruolo di capitano della rocca di Canossa per conto della famiglia d’Este, così da poter provvedere in maniera più adeguata ai numerosi bisogni della sua famiglia.

Nel 1503 venne incaricato dal cardinale Ippolito d’Este, vescovo di Ferrara, di svolgere mansioni pubbliche e istituzionali (ambasciatore,diplomatico,informatore,..) ma anche private e occasionali (cameriere e accompagnatore).

Ecco le principali opere teatrali e scritte che ha composto:

1493 Tragedia di Tisbe (opera teatrale)

1502 inizia a comporre l’ Orlando Furioso

1508 La cassaria (commedia)

1509 I suppositi (commedia)

1510 abbozza la commedia Il negromante

1516 pubblica la prima edizione dell’ Orlando Furioso

1517-1525 compone le Satire

1520 conclude la commedia Il negromante

1521 seconda edizione dell’ Orlando Furioso

1528 La Iena (commedia)

1529 viene messa in scena una nuova versione della Cassaria

1532 terza e definitiva edizione dell’ Orlando Furioso

Tra il 1509 e il 1510 compì una serie di missioni diplomatiche a Roma per conto del cardinale Ippolito e nel 1513 si recò a Roma a rendere omaggio al nuovo papa, Giuliano de’ Medici (Leone X Medici), essendo con lui da tempo in rapporti amichevoli, nella speranza di ottenere un incarico di prestigio presso la curia. Nello stesso anno in occasione di una permanenza a Firenze conobbe Alessandra Benucci, la donna della sua vita. Nel 1517 si rifiutò di seguire il cardinale in Ungheria, venne così estromesso da corte e perse il suo impiego.

Nel 1518 entrò invece al servizio di Alfonso d’Este, duca di Ferrara e fratello di Ippolito, che, nel 1522 lo nominò governatore e commissario della Garfagnana, una regione difficile con una forte presenza di brigantaggio e scontri tra abitanti.

Nel 1526 acquistò una casa in contrada Mirasole a Ferrara e si consacrò interamente alla scrittura teatrale.

Nel 1531 compì una missione diplomatica presso Alfonso di Avalos, a Correggio. Alfonso di Avales era marchese di Pescara e di Vasto, comandante dell’esercito imperiale di Carlo V e viceré di Milano, e onorò Ariosto offrendogli una pensione annua di cento ducati d’oro. Nel 1532 insieme al duca Alfonso si recò a  Mantova, presso la corte dei Gonzaga, per rendere omaggio all’imperatore Carlo V.

Ludovico Ariosto morì, dopo lunghe permanenze a letto ,a causa dell’enterite, il 6 luglio 1533. Ariosto venne sepolto nel monastero di San Benedetto invece che nella chiesa di San Francesco, presso la cappella di famiglia.

Home

Contatti

Potrebbe anche interessarti:

Precedente Definizione e descrizione degli spazi nella letteratura Successivo Le poesie latine di Ludovico Ariosto

Lascia un commento

*