Il metodo sperimentale o scientifico

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinyoutubetumblr

Il metodo sperimentale o scientifico

In questo articolo trovate le più importanti informazioni di base per il metodo sperimentale o scientifico.

L’uomo da sempre mostra curiosità per tutti i fenomeni che avvengono intorno a sé: la pioggia che cade, la crescita dei frutti, il ciclo delle stagioni…

Questa curiosità a portato l’uomo a domandarsi, e quindi a cercare una risposta del perché avvengono certi fenomeni naturali.

La ricerca, o meglio il tentativo di dare delle risposte, di spiegare le cause di tali fenomeni hanno dato origine alla “scienza”, un elemento che supera le credenze popolari e le superstizioni concentrandosi su ciò che si vede ed eseguendo determinate esperienze tecniche.

In passato l’uomo tendeva infatti ad attribuire i fenomeni naturali alle divinità in cui credevano. In Grecia tra il 380 e il 300 a.C alcuni grandi filosofi cercarono di spiegare quanto accadeva intorno a loro attraverso l’osservazione e il ragionamento logico.

Il metodo sperimentale o scientificoTuttavia possiamo parlare di scienza sperimentale (e il metodo sperimentale) solamente con l’avvento del Rinascimento e di Galileo Galilei (1564-1642).

Essa consiste nel:

osservare il fenomeno e in seguito formulare delle ipotesi che possono spiegarne le cause, generalmente racchiuse in una relazione matematica tra le grandezze che entrano in gioco ( molto spesso ci si avvale di un modello).

 

Nell’osservazione del fenomeno lo scienziato deve riconoscere le grandezze che circondano il fenomeno e capire se variano o sono costanti.

verificare le ipotesi in laboratorio con una serie di esperimenti al fine di accertare la loro validità e confermare i dati teorici

enunciare la regola o la legge che spiega in modo dettagliato il fenomeno osservato. La legge sarà tanto più attendibile quanto più consente la previsione di fenomeni non ancora osservati.

Galileo introdusse quindi questo nuovo modo di osservare e interpretare ciò che circonda su una struttura logica notevole che prende il nome di metodo sperimentale.

La sostanziale differenza tra il metodo sperimentale (chiamato anche metodo scientifico) e una qualsiasi altra attività si può trovare nell’utilizzo del criterio ipotetico-deduttivo.

In questo schema riassuntivo potete trovare i punti chiave del metodo sperimentale.

Il metodo sperimentale o scientifico

Se vi interessa potete trovare maggiori informazioni qui

 

Home

Contatti

Potrebbe anche interessarti:

Lascia un commento

*