Definizione e caratteristiche dell’inflazione

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinyoutubetumblr

Definizione e caratteristiche dell’inflazione

Definizione e caratteristiche dell'inflazione

Di seguito trovate la definizione e le principali caratteristiche dell’inflazione

L’inflazione è un processo di aumento dei prezzi dei beni e dei servizi sul mercato che comporta una diminuzione del potere di acquisto dei consumatori.
L’inflazione è espressa attraverso il tasso di inflazione ovvero la variazione percentuale dei prezzi in un determinato periodo di tempo. Ma vediamo in dettaglio un esempio concreto:
Francesca compra una borsetta firmata per 100 “soldi” (qualsiasi valuta) nel frattempo c’è un aumento dell’inflazione del 3%. La settimana dopo Laura vuole comprare la stessa borsetta, tuttavia dovrà pagarla 103 “monete” il calcolo risulta molto semplice:
(100 x 3)/100 + 100 = 103

Per misurare l’inflazione si possono utilizzare diversi indici come ad esempio:

  • indice dei prezzi al consumo, ovvero quelli percepiti dal venditore al momento delle transazioni commerciali tra imprese
  • indice dei prezzi al consumo, ovvero i prezzi relativi alle transazioni tra famiglie e imprese
  • indice del costo della vita: che tiene conto dei consumi di una famiglia tipo

L’inflazione ha diverse tipologie:

  • Strisciante: aumento dei prezzi lento e costante, generalmente minore del 5% all’anno.
  • Galoppante: aumento dei prezzi superiore al 20/30% annuo
  • Iperinflazione: aumento incontrollabile

Le principali cause sono le seguenti:

  • Eccesso di moneta in circolazione: questa causa possiamo immediatamente individuarla nella formula della teoria quantitativa della moneta

    M x V = P x Q

M = moneta in circolazione V = velocità circolazione della moneta (costante)  P = livello generale dei prezzi  Q = quantità di transazioni (costante)

Ogni eccesso di moneta incide quindi sui prezzi perché l’offerta di beni e servizi è già al massimo della sua potenzialità.

  • Eccesso di domanda: si verifica quando la quantità di moneta in circolazione è in eccesso rispetto ai beni prodotti.
  • Aumento dei costi di produzione: portano gli imprenditori ad alzare i prezzi dei beni, dato che non intendono rinunciare ai margini di profitto.
  • Richiesta di maggiori profitti per gli imprenditori: si sviluppa quando gli imprenditori per far fronte a delle variazioni dell’equilibrio economico aumentano i prezzi dei beni.
  • Aumento delle imposte: comporta un aumento dei prezzi in quanto gli imprenditori cercheranno di trasferire questo costo sui beni.

Le possibili soluzioni che si possono attuare a livello politico-economico sono una politica economica restrittiva per evitare l’eccesso di moneta in circolazione, il controllo della spesa pubblica, il contenimento dell’aumento dei costi di produzione e l’applicazione di una politica dei redditi per evitare richieste di maggiori profitti da parte degli imprenditori.

Home

Contatti

Potrebbe anche interessarti:

Un commento su “Definizione e caratteristiche dell’inflazione

Lascia un commento