L’occidente nel tardo medioevo

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinyoutubetumblr

L’occidente nel tardo medioevo

In questo articolo trovate una breve descrizione relativa all’occidente nel tardo medioevo.

L'occidente nel tardo medioevo

Nel 1200, ovvero nel tardo medioevo, il mondo occidentale cristiano viveva da molti secoli senza concrete minacce di pericoli esterni o battaglie (gli ultimi attacchi tra l’ 800 e il 900) e aveva trovato invece un equilibrio che l’avevano portato in seguito ad espandersi fuori dai suoi confini tradizionali e ad attaccare a sua volta altre civiltà e culture.

Il mondo islamico aveva invece placato la sua propulsione offensiva, che lo aveva portato tra il settimo e il decimo secolo a una prorompente espansione in Africa,Asia,Spagna e Sicilia.

Le crociate (1096-1270) non permisero stabili conquiste territoriali ma costrinsero i fedeli islamici a ritirarsi sulla difensiva.

L'occidente nel tardo medioevo 

A est dell’Europa erano invece venuti a crearsi nuove compagini tra cui i regni di Ungheria,di Polonia, di Bulgaria e il principato di Kiev, che avevano adottato la religione cristiana e che si erano dati ordini istituzionali plasmati su quelli degli altri paesi europei.

Quella che noi oggi chiamiamo Europa, intesa come costituzione politica centrale del mondo occidentale era invece chiamata Cristianità.

Europa aveva invece un valore prevalentemente geografica , mentre Cristianità era un espressione in prevalenza religioso e culturale.

L’occidente nel tardo medioevo era quindi caratterizzato da una situazione di generale stabilità politica e militare.

Home

Contatti

Potrebbe anche interessarti:

Precedente La linea nel linguaggio visivo Successivo Nascita del regno d'Italia

Lascia un commento