Nascita del regno d’Italia

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinyoutubetumblr

Nascita del regno d’Italia

Breve articolo sulla nascita e lo sviluppo del Regno d’Italia

Nascita del regno d'Italia

L‘Italia unita , guidata dalla Destra storica, dopo il Risorgimento (che aveva portato un riscatto nazionale e democratico) si trovò costretta a fronteggiare alcuni gravi problemi che si sarebbero aggravati nei decenni successivi.

Il regno d’Italia era oppresso da una generale arretratezza, aggravata poi dal dualismo tra Nord (in cui si concentrava lo sviluppo) e Sud (sempre più distanziato). Occorreva inoltre far fronte all’ostilità della chiesa nei confronti dello Stato liberale, in particolare dopo la conquista di Roma del 1870 e la dura presa di posizione del pontefice contro l’adesione dei cattolici alla vita politica del nuovo Regno.

Nel 1876 con l’avvento al potere della Sinistra storica di Depretis si instaurò il ruolo politico della borghesia industriale e della classe dirigente meridionale, che tuttavia aggravò il ricorso spregiudicato alla corruzione e a pratiche clientelari.

Malgrado gli squilibri e le tensioni generali l’Italia si collocò fra le medie potenze industriali dell’epoca, che aspiravano a competere con le grandi potenze sul quadro internazionale.

Qui di seguito trovate le date più significative per la nascita del Regno d’Italia

  • 1868 disordini in tutto il paese a causa dell’introduzione della tassa sul macinato
  • 1870 le truppe italiane il 20 settembre entrano a Roma attraverso la breccia di Porta Pia
  • 1871 Roma diviene capitale d’Italia, lo stato riconosce la sovranità della Chiesa sul Vaticano (“legge delle guarentigie”)
  • 1874 Pio IX proibisce ai cattolici di partecipare alla vita politica del paese
  • 1876 Sale al governo Agostino Depretis con il partito di Sinistra, inizia inoltre il periodo del “trasformismo” parlamentare
  • 1882 Triplice alleanza con Austria e Germania
  • 1887-1896 Francesco Crispi, successore di Depretis infonde una svolta autoritaria alla politica interna e imperialista alla politica estera.
  • 1900 Umberto I viene assassinato dall’anarchico Bresci, sale sul trono Emanuele III
  • 1903 Giolitti diventa primo ministro e adotta una politica di apertura verso socialisti e cattolici
  • 1911-1912 L’Italia occupa la Libia nella guerra libico-turca
  • 1912 Suffragio universale maschile

 

Home

Contatti

 

 

Potrebbe anche interessarti:

Precedente L'occidente nel tardo medioevo Successivo Il movimento operaio

Lascia un commento